NFL Tuesday 19: Recap della Week #8 (2018)

NFL Week #8 con Los Angeles Rams ringraziano i Packers e restano imbattuti (8-0), vendetta Saints in quel di Minnesota, Kansas City e Pittsburgh volano, Eagles mandano in crisi Jacksonville.

NFL WEEK #8 2018

NFL - Week #8 - 2019Imbattibili Rams

I Los Angeles Rams superano anche lo scoglio di Aaron Rodgers e dei suoi Packers al termine di una partita tiratissima (vedi sotto per approfondimento) e rimangono l’unica squadra imbattuta nell’intera Lega rintuzzando, per ora, l’attacco alla vetta dei Saints. New Orleans passa in Minnesota in casa dei Vikings in quella che potremmo definire come una specie di “rivincita” del Divisional dello scorso anno (passato alla storia per il td allo scadere del WR dei viola Stefon Diggs). Brees & Co restano quindi in scia ai Rams e contano di poterli superare nello scontro diretto previsto fra due settimane in Louisiana.

NFC North

Rimanendo nella NFC North, alle sconfitte di Vikings e Packers si va ad aggiungere anche quella dei Lions, obliterati a domicilio dai sorpredenti Seahakws di quest’anno. Russell Wilson gioca una partita perfetta che ricorda ai più il suo status di QB d’elitè e al resto pensa la difesa che ammanetta il solitamente efficace attacco di Detroit. Dei rovesci delle avversarie divisionali approfittano i Bears che non devono sudare più di tanto per avere ragione dei Jets.

Bar Jax

La stagione sta prendendo una deriva tragica, il tuo QB è imbarazzante e alcuni giocatori dei Jaguars non trovano di meglio da fare se non consumare 50.000 dollari in bevute/serata in un locale di Londra andandosene senza pagare. Giocatori arrestati (poi subito rilasciati), vigilia pre-Eagles rovinata e partita giocata ad un livello infimi per la L per Jacksonville. Della debacle dei Jaguars approfittano i Texans, sempre più a loro agio nel ruolo di leader della AFC South: la vittoria contro i Dolphins nell’anticipo di giovedì scorso è la quinta consecutiva per JJ Watt & Co. che provano ora la fuga in Division

Chiefs Ok

La D di Denver prova a limitare l’attacco degli scatenati Chiefs e nel primo quarto le cose sembrano andare in questo modo: da lì in poi si scatena però Patrick Mahomes che, in collaborazione con il RB Kareem Hunt, piazza il piazza il parziale di 27-7 fra secondo e terzo quarto che uccide la partita e fa mantenere a Kansas City la vetta dell’intera AFC.

AFC North

Chiusura con la AFC North che vede i Bengals rischiare grosso nel portare a casa la W contro i Buccaneers. Tampa Bay panchina il QB titolare Jameis Winston dopo ben quattro intercetti lanciati e il suo sostituto, Ryan Fitzpatrick (proprio lui), non riesce a completare la rimonta. Un field goal del K di Cincy Randy Bullock salva capre e cavoli per i padroni di casa. Nella stessa Division gli Steelers non devono sudare più di tanto per avere ragione dei Browns.

PROTAGONISTI

Russell Wilson (QB, Seattle Seahawks): 14 su 17 per 248 yards e 3 td in una partita che ha ricordato a tutti come, nonosante Seattle non venga più considerata la corazzata degli anni scorsi, Wilson sia ancora in grado di fare la differenza

Adrian Peterson (RB, Washington Redskins): All Day torna protagonista della nostra rubrica grazie alla prestazione con cui lancia i suoi Redskins alla W contro i Giants. 149 yards su 26 portate e un touchdownd e un bello scambio di battute/complimenti nel dopo partita con il rookie di New York Saquon Barkley

Lamar Miller (RB, Houston Texans): 133 yards su appena 18 portate (e un touchdown) per spingere i Texans alla W contro i Miami Dolphins

LA PARTITA

Los Angeles Rams – Green Bay Packers 29-27

Quando la difesa dei Packers ferma l’attacco dei Rams a poco più di due minuti dalla fine costringendo la squadra di coach McVay a calciare il field goal del 29-27 nel Coliseum di Los Angeles cala in qualche modo il silenzio. Il sorpasso è completato ma il tempo sul cronometro è tanto e a Green Bay basta un field goal per strappare una W di importanza capitale. La presenza in cabina di regia di Aaron Rodgers è poi garanzia di terrori per i tifosi locali. E sarebbe probabilmente così se non fosse che il RB Ty Montgomery, impegnato nel “ritorno” dopo il kick off post field goal, non si vedesse strappato l’ovale dallo special team dei Rams per il più costoso dei fumble.
La partita finisce quindi così senza che Rodgers possa neanche tentare la rimonta e con l’ennesima L della stagione dei Packers che, attesi dai Patriots a Foxoboro domenica prossima, possono non drammatizzare la cosa solo grazie ad una Division, la North, in cui nessuno vince con continuità. Per i Rams è stata forse la vittoria più sofferta di questo inizio di stagione: l’aver tenuto duro contro i Packers è sicuramente il miglior viatico in vista dell’insidiosa trasferta sul campo dei Saints. Una W a New Orleans regalerebbe, probabilmente, il seed #1 a Los Angeles in NFC e, oltre al bye, il vantaggio del fattore campo per tutti i playoff

Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G