Serie A 2018/19, vi presento: Giampaolo Ricci

Oggi torniamo a Cremona, dalla squadra rivelazione del nostro campionato, e parliamo per la prima volta di un italiano: Giampaolo Ricci.

Giampaolo Ricci

La stagione della Vanoli Cremona è iniziata in maniera più che soddisfacente per coach Meo Sacchetti, e senza l’incidente casalingo con Cantù sarebbe potuta essere anche migliore. Nel roster si sta mettendo in luce un ragazzo italiano, che sembra essere arrivato alla maturità cestistica, Giampaolo Ricci.

L’ala di 203 cm. sta giocando la sua miglior stagione professionistica, risultando sempre decisivo in uscita dalla panchina. Il classico giocatore che ha bisogno di poco per accendersi, che riesce a dare tanto nei minuti impiegati. Ed anche domenica a Bologna nei 15 minuti in cui è rimasto in campo il tabellino recita 16 pt., 5/7 dal campo, 3/5 da tre punti un solo errore dalla lunetta e 7 rimbalzi. E guardando le precedenti partite ci si accorge che i dati statistci collimano parecchio.

Attualmente nella classifica marcatori è il secondo italiano per media punti segnati, 16 a sera, ma rapportato sui 40 minuti il primo di tutta la seria A, 31.6. Questo fa capire l’importanza del ragazzo nei successi della squadra lombarda.

Come abbiamo detto Ricci è un ala di 203 cm, che a Cremona viene utilizzato come centro in particolari situazioni, con ottimi movimenti offensivi, con una bella mano anche dalla lunghissima distanza, e che possiede anche la capacità di farsi valere a rimbalzo, anche qui per la mera statistica sui 40 minuti sarebbe a 9 di media. Nato a Roma nel 1991 si trova nel momento in cui quello che fai indirizza definitivamente la tua carriera.

Cresciuto nelle giovanili di Chieti e della Stella Azzura Roma, assoluta fucina di talenti, ha girovagato tra A2 Gold e Silver, Casalpusterlengo e Verona, prima di trovare a Voghera nel Derthona Basket il luogo dove iniziare a mettere in luce le proprie caratteristiche di gioco. E dalla stagione scorsa è una pedina importante dello scacchiere di coach Sacchetti, che crede in lui tanto da averlo convocato anche nella Nazionale sperimentale, dove non ha di certo fatto mancare il suo apporto. Il ragazzo sembra avere ancora potenzialità da esprimere, e questo non può che essere positivo per Cremona e per il nostro movimento cestistico.

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati