Utah batte i Warriors, colpo Suns, cuore Raptors!

Utah batte a sorpresa i campioni in carica, Toronto dal -17 rimonta e supera nel finale i Pacers, Phoenix colpaccio a Boston con Ayton-Booker, Houston notte da record con le triple.

REGULAR SEASON

Charlotte Hornets – Cleveland Cavaliers 110-99
CHA: Batum 12, Williams 18 (10 rimb), Lamb 18 (12 rimb), Walker 30, Kidd-Gilchrist 12, Parker 12
CLE: Hood 12, Osman 13, Nance Jr. 10 (15 rimb, Sexton 11, Clarkson 20, Blossomgame 15

Charlotte batte Cleveland con 30 punti di Kemba Walker ed un ottimo 3° quarto; gli Hornets fanno loro la partita grazie ad una terza frazione da 41-29 con Kemba Walker autore di 17 punti col 69% dal campo di squadra, alla sirena del 3° Charlotte avanti 82-75 ed aprirà il 4° con un break di 6-2 per il +11 (88-77).

Orlando Magic – San Antonio Spurs 90-129
ORL: Isaac 10, Gordon 12, Fournier 12, Augustin 17
SAS: Gay 14, Aldridge 20, DeRozan 17, Forbes 17, Belinelli 18

Ai San Antonio Spurs è bastato il primo tempo per archiviare la pratica Magic; al riposo lungo i nero-argento comandano 44-62 co, tre giocatori in doppia-cifra tra cui Marco Belonelli (10 punti) , 67% dal campo di squadra contro il 39% dei padroni di casa che finiranno sotto anche di 39!

Philadelphia 76ers – New York Knicks 131-109
PHI: Burler 20, Embiid 24 (10 rimb), Simmons 13 (11 rimb, 10 ass), Shamet 17
NYK: Knox 21, Vonleh 6 (10 rimb), Kanter 15, Hardaway Jr. 27, Mudiay 11, Dotson 14

Tripla-Doppia di Ben Simmons (13+11+10) e passeggiata dei 76ers contro New York; Phila comanda dall’inizio alla fine entrando negli ultimi 12’ avanti 99-85 il tutto grazie ad un parziale di 10-2 a metà del 3° periodo che ha dato il +11 (86-75).

Boston Celtics – Phoenix Suns 103-111
BOS: Tatum 18, Smart 12, Irving 29 (10 ass), Hayward 10, Brown 12
PHX: Warre 21, Ayton 23 (18 rimb), Booker 25, Jackson 11, Oubre Jr. 13

Primo colpo della notte firmato Phoenix Suns che sbancano il TD Garden di Boston trascinati dal duo Ayton-Booker; Phoenix entra nell’ultima frazione avanti 80-86 e la apre con un break di con 2 triple consecutive per il +12 (80-92), Boston prova a reagire ma il tiro pesante è con i Suns, infatti sul 108-103 arrivano 3 liberi di Warren a 1’25”, e poi sempre sul +5 (101-106) arriverà la bomba ammazza partita di Oubre Jr. per il 101-109 a 49”.

Toronto Raptors – Indiana Pacers 99-96
TOR: Leonard 28 (10 rimb), Siakam 17, Monroe 13, VanVleet 11
IND: Bogdanovic 18, Young 11, Turner 10 (14 rimb), Oladipo 20, Sabonis 12 (10 rimb)

Prova di forza dei Toronto Raptors che rimontano dal -17 e battono in casa i Pacers con un 4° quarto stellare; Indiana entra in partita subito con gli occhi della tigre e a 5’ dalla fine del 3° quarto Bogdanovic spara la bomba del 60-77 Pacers! Da quel momento comincerà la rimonta Raptors, entrano negli ultimi 12’ sotto di 10 e a 3’06” dalla fine Leonard pareggia sul 94-94.
Finale in volata e il protagonista è Fred VanVleet, sua la tripla a 26” dopo un vitale rimbalzo offensivo di Green per il 97-96 Raptors, Indiana è in rottura prolungata a 2” Danny Green scippa Oladipo andando in lunetta per il 99-96. Ultimo tiro per Bogdanovic ma niente da fare. Pacers senza canestri negli ultimi 97”.

Chicago Bulls – Brooklyn Nets 93-96
CHI: Dunn 24, Arcidiacono 10, Harrison 13, Portis 16 (11 rimb)
BKN: Allen 16 (12 rimb), Harris 11, Russell 13, Dinwiddie 27

Brooklyn non si ferma più e vince anche a Chicago per la 7^ vittoria consecutiva; a 3’02” dalla fine Dunn realizza l layup del 93-91 ma da quel momento Chicago non segnerà più, Brooklyn accorcia e poi a 43” troverà la tripla di Harris per il 93-94, tripla arrivata da un rimbalzo offensivo di Hollis-Jefferson dopo un errore di Russell. Nel finale succede di tutto, fallo in attacco di Dunn, violazione di 24” da parte dei Nets e Holiday che perde palla a 2” scippato da Dinwiddie.

Houston Rockets – Washington Wizards 136-118
HOU: Gordon 16, Tucker 11 (11 rimb), Capela 20 (12 rimb), Harden 35, Paul 21, Green 12
WAS: Ariza 15, Green 12, Bryant 12, Beal 28, Wall 18 (12 ass); Dekker 15

Pioggia di triple da record a Houston, i Rockets chiudono con 26/55 dalla lunga distanza registrando un nuovo record per bombe realizzate in singola partita; dopo i primi 24’ Houston comanda tranquillamente sul 70-58 con 13/26 dalla lunga distanza, 20 punti per James Harden e 14 per Chris Paul, Washington non recupererà più e toccherà anche il -26.

Milwaukee Bucks – New Orleans Pelican 123-115
MIL: Middleton 14, Antetokounmpo 25, Lopez 10, Brogdon 16, Hill 11
NOP: Miller 20, Davis 27 (11 rimb), Holiday 25 (12 ass), Okafor 17

La sfida tra Giannis Antetokounmpo ed Anthony Davis ha visto il primo trionfare in una partita decisa solo negli ultimi 5’; infatti Pelicans avanti 106-107 dopo un mini-break di 5-0 ma Milwaukee risponderà con un parziale di 11-0 chiuso da Brogdon a 2’56” per il +10 (117-107), Holiday tenta di tenere in vita i suoi realizzando la tripla del -6 (119-113) a 61” ma sbaglierà il tiro del possibile -4 a 29”.

Minnesota Timberwolves – Detroit Pistons 123-129 OT
MIN: Covington 22, Towns 16, Wiggins 16, Rose 33, Saric 15
DET: Griffin 34, Drummond 16 (16 rimb), Jackson 24. Bullock 33

Grande vittoria in rimonta dei Detroit Pistons a Minnesota con 34 di Blake Griffin ma soprattutto 33 di Reggie Bullock (7/12 da 3); alla sirena del 3° Minnesota è in totale controllo sul +14 (92-78) ma smette di giocare.Griffin realizza 18 dei suoi 34 nell’ultima frazione e Jackson la tripla a 31” del sorpasso sul 115-116! Griffin però perde una sanguinosa palla a 9” e Covington lo punirà con la tripla del contro-sorpasso T-Wolves sul 118-116 a 7”. Ultimo tiro per gli ospiti, Jackson sbaglia il layup ma Drummond corregge sulla sirena per il 118-118!
All’Overtime siamo 123-123 a 2’21” quando Minnesota alza bandiera bianca, non segnerà più e Detroit metterà 6 punti di cui 4 dalla lunetta 2 su layup di Jackson a 1’28” per il 123-126.

Utah Jazz – Golen State Warriors 108-103
UTA: Ingles 20, Favors 12, Gobert 17 (15 rimb), Mitchell 17, Crowder 18 (11 rimb), Rubio 3 (10 ass), Korver 12
GSW: Durant 30, Green 8 (12 rimb), Thompson 12, Curry 32

Ai Golden State Warriors non bastano i 62 punti combinati dal duo Durant-Curry per espugnare Salt Lake City, Utah c’è con un’ottima prestazione corale; match vivo, a 4’05” dalla sirena finale i Warriors sono in scia sul -2 (100-98), Curry manca la tripla del sorpasso a 3’24” e Utah mette 4 punti consecutivi per il +6 a 2’42”. Durant tiene in vita i suoi sul -3 (106-103) ed è ancora KD che ha tra le mani la tripla del possibile pareggio a 39” ma la mancherà. Utah però non riesce a chiudere i giochi e Golden State ha ancora non una ma 2 chance per pareggiare, Iguodala sbaglia da 3, rimbalzo offensivo di Curry che però perderà l palla a 2”. Dopo 1’34” di black-out i Jazz tornano a segnare con 2 liberi di Mitchell per mandare i titoli di coda.

Portland Trail Blazers – Memphis Grizzlies 99-92
POR: McCollum 11, Lillard 24, Leoanrd 12, Collins 10
MEM: Anderson 15, Jackson Jr. 16, Gasol 14, Temple 10, Conley 23

Portland batte i Grizzlies con super Damian Lillard; nella terza frazione Dame si scatena realizzando 15 punti su 27 di squadra aiutando i suoi ad entrare nel 4° avanti 74-71, Memphis è in crisi e Portland apre l’ultima frazione con un break di 11-0 con tripla di Curry dopo 3’ per il +14 (85-71) per non girarsi più.

Sacramento Kings – Oklahoma City Thunder 113-132
SAC: Jackson 10, Bjelica 10, Cauley-Stein 13, Hield 37, Fox 28 (12 ass)
OKC: George 43 (12 rimb), Grant 22, Adams 20 (23 rimb), Ferguson 14, Westbrook 19 (11 rimb, 17 ass)

Tripla-Doppia di Russell Westbrook (19+11+17), Doppia-Doppia di Steven Adams con 23 rimbalzi e 43 punti per Paul George nella vittoria sfolgorante dei Thunder sui Kings; PG13 ne realizza 15 nel 2° quarto dominato 35-19 da parte di OKC per andare negli spogliatoi sul 52-71 con Westbrook a quota 17, Adams 14+15 e George 19.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B