NFL Playoffs 2019: Recap delle Wild Card!

NFL Wild Card 2019 che si aprono con Indianapolis che sbanca Houston, Prescott salva Dallas, Chargers da pronostico su Baltimore e che finale thriller a Chicago!

WILD CARD

AFC

Houston Texans (#3) – Indianapolis Colts (#6) 7-21

Il via ai playoff 2019 l’hanno dato, al NRG Stadium di Houston, Texans e Colts. Grande protagonista di questo primo match è stata la linea offensiva degli Indianapolis Colts. Nelson&Co hanno contenuto la temibile linea difensiva dei padroni di casa aprendo poi quei varchi sfruttati alla grande dal RB Marlon Mack (148 yards su 24 portate e un touchdown) che ha letteralmente fatto a fette la linea texana per tutta la partita. La stessa linea di Indy ha regalato attimi “eterni” al Qb dei Colts Andrew Luck che ha sfruttato la cosa per imbeccare i suoi ricevitori non subendo mai particolare pressione.

Il 21-0 confezionato da Inman su imbeccata dello stesso Luck ha fissato, a metà secondo quarto, il margine di sicurezza dietro il quale si è poi concretizzato il risultato finale. Per i Texans si chiude un’annata positiva segnata, però, dall’ennesima deludente prova nei playoff. Servono rinforzi in attacco (dove però rientreranno alcuni infortunati) per una stagione 2019 ancora da protagonisti. I Colts volano in Missouri per affrontare i Kansas City Chiefs in quella che si presenta come una partita da 1X2.

Baltimore Ravens (#4) – Los Angeles Chargers (#5) 17-23

Nell’altra partita di AFC i Chargers sbancano l’MT Bank Stadium di Baltimora “vendicando” la sanguinosa sconfitta di fine stagione regolare e regalandosi il passaggio al Divisional Round di playoff. Il touchdown del RB Melvin Gordon ad inizio quarto quarto inchioda il punteggio sul 20-3 per Los Angeles e scava un solco che neanche la disperata rimonta dei Ravens nel finale di partita saprà colmare. La partita è stata una vera battaglia difensiva con Baltimore incapace, però, di poter generare qualsiasi cosa a livello offensivo: il rookie Lamar Jackson ha confermato le sue difficoltà e, sfidato in fase di lancio per tutta la partita (i Chargers intasavano le linee di corsa), chiudeva i primi due quarti di partita con un misero 2 su 8 per 17 yards e 1 intercetto.

Nella frazione finale, con le spalle al muro (e la difesa avversaria più interessata a perdere tempo sul cronometro), l’ex Louisville riusciva a trovare due volte il WR Crabtree per i touchdown della speranza ma, nell’ultimo drive subiva il fumble che chiudeva la partita in favore degli ospiti. I Chargers volano quindi in New England dove, domenica prossima, dovranno affrontare i Patriots mentre per i Ravens si apre una offseason di dubbi: confermare Jackson sperando in miglioramenti nel gioco aereo o puntare su altro? Il caso dei Jaguars (gran D vanificata da un quarterback non all’altezza) è qualcosa da non dimenticare.

NFC

Chicago Bears (#3) – Philadelphia Eagles (#6) 15-16

Foles colpisce ancora e, a farne le spese, sono questa volta i Bears. In una partita dominata dalle rispettive difese e in cui lo stesso Foles ha fatto abbastanza fatica (intercettato due volte), il super-sub degli Eagles ha architettato però il drive della W al momento giusto, trovando il WR Golden Tate con meno di un minuto sul cronometro per il touchdown del vantaggio-Philly al Soldier Field. Questa volta però i biancoverdi ricevono un incredibile regalo da parte dei padroni di casa. Il ritorno di kick off post touchdown viene ritornato per molte yards dal RB Tarik Cohen e, con la stagione sul filo, il QB Mitch Trubisky conferma le sue qualità trovando per due volte il WR Robinson portando, in un amen, Chicago a distanza di field goal con appena trenta secondi rimasti sul cronometro.

La trasformazione dello stesso sembra una formalità ma il kicker dei padroni di casa colpisce il palo sinistro (con la palla che carambola beffarda anche sulla traversa) gettando nella disperazione tutto l’Illinois e regalando agli Eagles un’insperata vittoria. La partita in se è stata molto combattuta e godibile nonostante il punteggio non altissimo. Per gli Eagles si aprono ora le porte del Divisional a New Orleans mentre i Bears chiudono quest’annata con ottime indicazioni dalla propria difesa e con la necessità di “rinforzare” l’attacco

Dallas Cowboys (#4) – Seattle Seahawks (#5) 24-22

Nella partita più divertente di questo primo turno di playoff, i Cowboys riescono a rimontare i Seahawks nel quarto quarto, ribadendo un ottimo stato fisico-mentale che ha contraddistinto il finale di stagione dei texani. Il compito dei Cowboys non è stato semplice e, come ampiamente preventivato da tutti gli esperti di settore, i Seahakws hanno venduto cara la pella a suon di difesa rocciosa e concretezza in attacco. Con la solita giocata da campione qual è, Russell Wilson ha fissato con una corsa il punteggio sul 14-10 a fine del terzo quarto per gli ospiti;  proprio quando l’inerzia della partita sembrava poter andare in direzione Seattle, Dallas si è risvegliata e ha firmato le due mete che hanno deciso la partita.

Grande protagonista, ça vans sa dire, il RB Ezekiel Elliott che ha cantato e portato la croce per tutta la partita risultando ancora una volta la chiave di volta per qualsiasi successo dei texani. La W conferma in ogni caso l’ottimo stato di forma di Dallas in una partita che non aveva niente di scontato e li presenta “quasi” da favoriti nel prossimo Divisional contro i Rams a Los Angeles.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B