Anthony Davis vuole la trade, gli scenari

Ieri è stata una giornata molto concitata a New Orleans, la città non si è ancora ripresa dalla tragedia dai Championship NFL e adesso deve fronteggiare la partenza di Anthony Davis (25 anni).

La stella dei Pelicans ha comunicato all’organizzazione che NON ha intenzione questa estate di firmare l’estensione da 5 anni per $240 milioni e che vuole essere scambiato, la notizia l’ha fatta uscire quel volpone di Adrian Wojanrowski dopo esser stat contattato dall’agente di AD ossia Rich Paul. Apriti cielo perché sono impazzati i rumors con chiaramente i Los Angeles Lakers e i Boston Celtics al centro dell’uragano. Andiamo a vedere gli scenari che oggi vedono i giallo-viola favoriti ma…

Il quadro della situazione è semplice ma allo stesso tempo è una lotta contro il tempo perché i Lakers non vogliono arrivare a luglio al testa a testa con i Celtics per i servigi dell’ex Kentucky in quanto Danny Ainge può mettere sul tavolo un asset più succoso di Magic Johnson però, e qui è il fulcro di tutto, Boston può SOLO dare la caccia a Davis a luglio in quanto AD è sotto “Rose Rule* come Kyrie Irving (26 anni) e quindi i Lakers forzeranno la mano adesso.

New Orleans dal canto suo non ha fretta ma ha già telefonato al duo Magic-Pelinka dicendogli che se vogliono la loro stella sul tavolo ci devono essere: Lonzo Ball (21 anni), Kyle Kuzma (23 anni), Ivica Zubac (21 anni) e una futura prima scelta.
Anche i New York Knicks sono sulle tracce di Davis e sarebbero pronti a smontare la squadra mettendo sul piatto Kristaps Porzingis (23 anni), Kevin Knox (19 anni) e la prima scelta Draft 2019 che sarà sicuramente in Top 5.

Boston come detto prima è fregata dalla Rose Rule e può solo sperare che Davis NON lasci New Orleans alla Dead-Line del 7 febbraio e questo sta creando un po’ di tensione all’interno della franchigia; stando a Yahoo Sports si teme che Irving possa all’ultimo girare le spalle al rinnovo in estate e per questo Rich Paul non sta considerando Boston proprio per la situazione incerta di “Uncle Drew”.

Attenzione all’outsider che risponde al nome di Oklahoma City Thunder, secondo Freddie Ferrera (Souce Newspaper) Davis gradirebbe giocare con Russell Westbrook (30 anni) e Paul George (28 anni) in quanto reputa OKC una squadra con esperienza nei Playoffs per poter competere.

Affare Lakers-Davis che se andasse in porto metterebbe pressione anche ai Golden State Warriors, Klay Thompson (28 anni) sarà Free-Agent e Woj ha riportato che se i Warriors non offriranno il massimo salariale all’esterno questo potrebbe guardare con molta attenzione i giallo-viola…sempre se l’affare Davis dovesse andare in porto.

*Rose Rule: permette ad alcuni giocatori di firmare un prolungamento di contratto, in uscita dal loro accordo da rookie, che sia il 30% del salary cap invece che il 25%.Per poter firmare un tale contratto un giocatore, nelle sue prime quattro stagioni deve aver ottenuto uno di questi riconoscimenti: MVP, Defensive Player of the Year o due volte All-Star.
Una squadra non può avere due giocatori a roster sotto Rose Rule.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B