NFL Super Bowl 53, Patriots-Rams: analisi!

Ad Atlanta si scaldano i motori e, puntuale come sempre, arriva la nostra preview del Super Bowl LIII che vedrà scontrarsi le teste di serie #2 delle due Conference, Los Angeles Rams e New England Patriots.

Il momento Patriots
Se non fosse stato per un tragico errore di formazione (!!!) di un difensore dei Chiefs, il #12 avrebbe condannato i suoi alla sconfitta con una prestazione da ben tre intercetti. Ma Tom Brady è anche quello che sa gestire momenti come quelli che stanno arrivando con freddezza e con sconfinata fiducia nei propri mezzi (si pensi ai tanti terzi down convertiti sempre contro Kansas City).
Dalle interviste e dalle dichiarazioni mi è sembrato di vedere l’ex Michigan più baldanzoso rispetto ad altre volte e ho quasi la sensazione che fra lui, Gronk ed Edelman esista una specie di patto per un’ultima cavalcata tutti e tre insieme per cancellare la sconfitta dello scorso anno con gli Eagles e chiudere un’epoca d’oro. Brady ha negato con decisione un eventuale ritiro anche in caso di W ma qualcosa mi dice che, coronata quest’ultima impresa con il trofeo più ambito, potrebbe anche cambiare idea. Tolta l’assenza di Gordon (al quale sembra che i Patriots stiano pagando le cure per disintossicarsi) i Patriots si presentano sostanzialmente al completo.

Giocatori chiave

Soni Michel (RB): Il rookie da Georgia dovrà a tutti i costi rendere credibile il running game in maniera da poter regalare quelle opzioni offensive necessarie per l’OC Mc Daniels per non dover vivere e morire con i lanci di Brady.

Julian Edelman (WR): Un altro vecchio leone della truppa di Belichick avrà il compito di essere quella coperta di Linus cui Brady possa affidarsi in quelle situazioni di 3&long da convertire per far proseguire i drive. Edelman, che al college da QB di Kent State aveva affrontato l’attuale coach dei Rams McVay al tempo QB di Miami (Oh), non ha mai tradito la fiducia che ripone in lui il suo quarterback (si pensi al suo ruolo nella fantastica rimonta contro i Falcons un paio di Superbowl fa) e anche con i Chiefs ha messo yards pesanti per la W finale. Interessante sarà vedere la rete che il DC dei Rams, l’esperto Wade Phillips, gli metterà attorno

Il momento Rams

La chiamata arbitrale che ha “graziato” i Rams nel finale di partita con i Saints è un regalo su cui la truppa di coach Sean McVay non potrà contare domenica prossima. Al di là dell’infortunio del WR Kupp Los Angeles arriva in forma all’appuntamento finale e il mix fra gioventù (il QB Goff, il DT Donald e il RB Gurley) ed esperienza (il DT Suh e il CB Peters e Talib) sembra perfettamente amalgamato per poter puntare al colpaccio. Coach McVay, l’uomo che sussura ai Quarterback, è una specie di guru offensivo e in due anni ha trasformato una franchigia depressa in una solida realtà competitiva in ogni reparto.
Giocatori chiave 

Donald & Suh (LB): I due DT dei Rams dovranno a tutti i costi creare scompiglio nella linea offensiva dei Patriots per favorire eventuali blitz e pressione ai danni di Brady. Lo stesso Brady è ultimo per % di completi in situazioni di blitz in stagione (!!!!) e se verrà lasciata al #12 quel secondo di tempo in più per lanciare allora saranno dolori. Citofonare Chiefs per i dettagli.

Jared Goff (QB): Sono stato portato a darvi il nome di uno fra i due RB Gurley e Anderson. Invece vado con Jared Goff. Contro i Saints ha messo i lanci giusti al momento giusto superando una secondaria di livello come quella di New Orleans e dimostrando maturità in una partita che si era messa prima male (Rams sotto nel punteggio nella prima parte di partita) e poi malissimo (Saints avanti di tre con un minuto sul cronometro). Con l’enigmatica difesa dei Patriots impegnata, in primis, a bloccare le corse dei due RB, l’ex Cal dovrà forse “vincere” la partita con una sua giocata

PRONOSTICO

Partita dal punteggio alto e in bilico fino a fine match. Decido per un finale simile a quello di Patriots/Chiefs con le due squadre che si scambiano drive vincenti in un susseguirsi di emozioni. Vado con un ultimo lancio di Brady per Gronk per il td della vittoria finale.
Fabio G

Fabio G

Anconetano doc, seguo da anni gli Sport Americani e la NFL in particolare, con un occhio di riguardo per i Detroit Lions. Da poco collaboro con NBA-Evolution come redattore per la sezione NFL. Nickname: Fabio G