Favoloso Harden da 58 punti, Warriors ancora KO!

James Harden dice 58 punti nella rimonta di Houston contro Miami, Golden State cade in rimonta ad Orlando, Philadelphia vince ad OKC (senza George) e i Jazz sbancano Denver, ok Pacers e Cavs.

REGULAR SEASON

Indiana Pacers – Minnesota Timberwolves 122-115
IND: Bogdanovic 37, Young 15, Matthewe 12, O’Quinn 10, Joseph 8 (12 ass), Leaf 18
MIN: Wiggins 11, Towns 42 (17 rimb), Teague 13, Rose 10, Gibson 12, Tolliver 13

Karl-Anthony Towns dice 42+17 ma Minnesota perde ad Indianapolis sotto i colpi di Bojan Bogdanovic (37 unti); 5’37” dalla conclusione ed il tabellone recita 107-107e Bogdanovic entra in scena, realizza 9 punti consecutivi nel break di 11-3 Pacers per il 118-110 a 32”, per il croato dicasi 14 punti nel 4° periodo.

Orlando Magic – Golden State Warriors 103-96
ORL: Isaac 12, Gordon 22 (15 rimb), Vucevic 12 (13 rimb), Augustin 14, Ross 16
GSW: Cousins 21 (11 rimb), Thompson 21, Curry 33

Kevin Durant si prende la prima pausa della stagione e i Warriors cadono di nuovo in Florida, stavolta contro i Magic; Golden State prende le redini del match grazie ad un 3° quarto da 30-11 con 11 di Currye. 10 di Cousins per il +11 (70-81) ma negli ultimi 12’ sparirà dal campo! I Campioni in carica realizzeranno solo 15 punti nell’ultima frazione col 31% dal campo contro i 33 col 57% dal campo dei Magic (Ross 11 punti), decisivo il break di 10-0 Magic a 2’50” dalla fine che ha portato i Magic dal -5 al +5 (99-94).

New York Knicks – Cleveland Cavaliers 118-125
NYK: Thomas 10, Vonleh 16 (10 rimb), Smith Jr. 16, Trier 22, Mudiay 10, RObinson 12, Ellenson 13
CLE: Love 26, Osman 21, Sexton 22, Clarkson 22

Cleveland esplode nel 4° periodo e porta a casa la vittoria in quel di NY con 4 giocatori a referto con 20+ punti; il punteggio alla sirena del 3° dice Knicks avanti 97-85 ma poi il Black-Out! Cleveland limiterà i padroni di casa al 25% dal campo e rifilerà 40 punti tirando col 66%.

Houston Rockets – Miami Heat 121-118
HOU: Clark 14, Capela 6 (11 rimb), Harden 58 (10 ass), Paul 14, Rovers 17
MIA: Richardson 18, Olynyk 21, Adebayo 10, Winslow 19, Waiters 11, Wade 12, Dragic 21

Surreale prestazione di James Harden che chiude a referto con 58 punti (16/32 dal campo, 18/18 ai liberi) guidando i Rockets al successo in rimonta su Miami; galvanizzati dal successo sui Warriors gli Heat vanno al riposo lungo avanti 55-69 dopo aver toccato anche il +21 con Harden a quota 24 punti e sono sempre gli ospiti che comandano di 12 (86-98). Nell’ultimo quarto Miami si scioglie, Harden realizzerà 17 dei suoi 58 punti, Houston dominerà la frazione 35-20 tirando col 52% dal campo e la giocata chiave porterà la firma di Chris Paul, rimbalzo offensivo (dopo tripla sbagliata di Harden) e tiro a segno a 46” per il 121-118. Houston trema perché Harden spacca ancora il ferro da 3 a 20” lasciando un’ultima chance a Miami ma Waiters la mancherà.

Oklahoma City Thunder – Philadelphia 76ers 104-108
OKC: Morris 17, Grant 23, Adams 11 (14 rimb), Westbrook 23 (11 rimb, 11 ass), Schroder 14
PHI: Butler 20, Harris 32, Bolden 14, Redick 12, Simmons 11 (13 rimb, 11 ass)

Paul George e Joel Embiid out, tripla-doppia per Russell Westbrook (8/24 dal campo) e anche per Ben Simmons con Philadelphia che vince ad Oklahoma City; a 63” dalla fine i Thunder si portano sul -3 (100-103) dopo un parziale di 7-0 ma Mike Scott gela l’entusiasmo con la tripla a 53” del 100–106! OKC non demorde, torna sotto sul -2 (104-106) a 28”, Butler sbaglia il fadeaway ma ecco la giocata decisiva firmata Ben Simmons col rimbalzo offensivo a 3”, Redick dalla lunetta chiuderà i conti.

Denver Nuggets – Utah Jazz 104-111
DEN: Barton 21 (13 rimb), Millsap 15, Kokic 16 (13 rimb), Murray 21, Plumlee 11
UTA: Ingles 15 (10 ass), Favors 15, Gobert 16, Mitchell 24, Korver 22

Secondo colpo esterno della notte firmato dagli Utah Jazz che sbancano il Pepsi Center di Denver; nel 2° quarto i Jazz limitano i Nuggets al 22% dal campo dominando la frazione 33-15 per andare negli spogliatoi sul 37-52.
Denver arriverà fino al -3 (101-104) a 74” dalla fine ma prima Mitchell e poi un libero di Ingles ridaranno respiro ai Jazz per il 101-107 a 37”.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B