Final Four 2019: Hunter salva i Cavs ed è festa!

I Virginia Cavaliers conquistano all’overtime il loro primo titolo battendo nella finale delle Final Four la Texas Tech di un ottimo Davide Moretti, Cavaliers trascinati dal duo Guy-Hunter

Virginia Cavaliers (#1) – Texas Tech Red Raiders (#3) 85-77 OT
UVA: Diakite 9, Guy 24, Hunter 27, Jerome 16, Clark 3, Key 6
TTU: Owen 3, Odiase 5, Mooney 10, Culver 15, Moretti 15, Fransi 17, Edwards 12

Ancora sul filo del rasoio, ancora all’overtime, ancora on finale al cardio-palma si è conclusa la stagione NCAA 2018/19 che ha visto i Virginia Cavaliers (#1) di Kyle Guy ma soprattutto De’Andre Hunter trionfare battendo Texas Tech allo US Bank Stadium di Minnesota; i Cavaliers partono subito forte, dopo i primi 10’ di partita sono sl +10 (17-7) dopo due liberi di Hunter arrivati dopo un fallo di Culver che nella stessa azione lo aveva stoppato 2 volte consecutive.
Il tutto con i Red Raiders che in 15 possessi avevano segnato un solo canestro dal campo con la firma di Moretti il quale a 7’34” dal riposo lungo spara l’ennesima tripla ma questa vale il pareggio sul 19-19. Texas Tech adesso c’è, inizia a segnare a ripetizione e a 4’30” dalla fine dei primi 20’ comanda sul 21-25 ma sulla sirena del primo tempo Virginia costruisce un’azione perfetta che porterà Ty Jerome alla tripla frontale per il 32-29.

Si torna in campo e nuovamente i Cavs sono quelli più sul pezzo, break di 8-2 nei primi 3’30” di gioco per il +9 (40-31) dopo un bel appoggio di Hunter al tabellone, Virginia continua a tenere le redini della partita sul 59-51 a 5’30” dopo un rimbalzo offensivo convertito con canestro e fallo dell’onnipresente Hunter.
Virginia però commette l’errore di guardare il cronometro e Texas Tech non la perdonerà, break di 12-2 e nuovo pareggio a 2’28” sul 61-61!
Reazione UVA con 4 punti consecutivi per il 65-61 a 100” ma ecco il nostro Davide con la tripla senza ritmo del -1 con Odiase che stoppa Hunter nel possesso successivo.

Entra in scena Culver, penetrazione, virata e conclusione mancina al vetro per il sorpasso Red Raiers (65-66) con 35” da giocare, finale non adatto ai deboli di cuore perché Jerome manca il floater, rimbalzo , rimbalzo di Odiase che dalla lunetta non tremerà per il 65-68.
Ultima azione Virginia, penetrazione di Jerome che scarica nell’angolo per Hunter, ha spazio, spara e segna la tripla a 12” del pareggio (68-68), Texas Tech ha l’ultimo tiro ma Culver manca la tripla ma nella lotta a rimbalzo la palla finisce fuori con ultimo tocco di Guy. Ci sono 8 decimi sul cronometro, si va di nuovo da Culver, nell’angolo, ma questi verrà stoppato da Key. Overtime.

Passata la grande paura Virginia si ricompone, è sotto 70-73 con 2’30” da giocare e piazza un break di 7-0 per il +4 (77-73) con 38” da giocare, nel break tripla di Hunter, liberi di Jerome e liberi di Guy, Texas Tech non ne ha più e per i Cavaliers è festa.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B