Warriors che battaglia, Boston travolgente!

I Golden Warriors battono Houston con tripla chiave di Curry in match tiratissimo, Boston domina i Bucks a Milwaukee con Horford padrone del campo su ambedue i lati.

EASTERN CONFERENCE

Milwaukee Bucks (#1) – Boston Celtics (#4) 90-112 [BOS 0-1]
MIL: Middleton 16, Antetokounmpo 22, Mirotic 13
BOS: Horford 20 (11 rimb), Brown 19, Irving 26 (11 ass), Hayward 13, Rozier 11

I Boston Celtics scendono con la faccia giusta a Milwaukee, spazzano via i Bucks nel 2° tempo, si aggiudicano Gara1 con un super Kyrie Irving (26+11) ma soprattutto uno strepitoso Al Horford (20+11) in difesa su Giannis Antetokounmpo (7&21 dal campo); primi 24’ equilibrati sul 50-52 per gli ospiti che nella ripresa stringeranno ancor di più e viti in difesa complicando la vota dei padroni di casa.
Bledsoe va in tilt, Horford manda fuori giri Giannis e in attacco realizza 11 punti, Boston domina il 3° quarto 36-21 tirando col 65% dal campo arrivando anche sul +21 dopo un break di 12-0 chiuso con bomba di Hayward per il 65-86 a 2’25” dalla sirena della frazione.

WESTERN CONFERENCE

Golden State Warriors (#1) – Houston Rockets (#4) 104-100 [GSW 1-0]
GSW: Iguodala 14, Durant 35, Green 14, Thompson 13, Curry 18
HOU: Gordon 27, Harden 35, Paul 17

I Golden State Warriors faticano ed in volata grazie a Steph Curry riescono a domare i Rockets in Gara1 in un match durissimo e combattuto per 48’; primo tempo fa tutto Golden State, realizza 53 punti, tira col 59% dal campo, lascia Houston al 40% (9728 da 3), piazza 15 assist con 3 giocatori in doppia-cifra..ma è pari 53 perché sulle 13 palle perse i Rockets hanno sempre capitalizzato, il tutto con Harden da 16 punti.
La partita rimane equilibrata, tesa, nessuna riesce a scappare e negli ultimi 2’ del 3° quarto pioggia di triple da tutte e due le parti, quella di Paul a 33” vale il -5 (81-76) ma i Rockets hanno i nervi a for di pelle, arbitraggio continua a non vedere i falli in close.out sui tiri da 3 e dopo quello di Paul arrivano i tecnici sia a CP3 che a Mike D’Antoni, Golden State ringrazia e si entra negli ultimi 12’ sull’83-76 Warriors.
La battaglia prosegue anche nel 4° periodo, Curry commette il 5° fallo e a metà frazione siamo sull’89-89, botta-e-risposta senza pietà con KD che segna in testa ad Harden il +4 (98-94) a 2’21” dalla fine, Harden fa 1/2 dalla lunetta, Durant invece è gelido ed il suo 2/2 (nato da un rimbalzo offensivo di Green) vale il +5 (100-95) ad 86” dalla sirena finale.
Harden forza da 3, sbaglia ma prima di sbagliare pesta la linea laterale su un’ottima difesa di Curry, Golden State non uccide la partita e Harden tira fuori il 2+1 per il -2 (100-98) a 40”, stavolta la palla va a Curry che ha di dronte Nene, solita danza dal palleggeio e bomba del 103-98 a 24”.
Finale folle: segna Harden, perde palla Durant e Houston sul -3 ha la palla per pareggiare, tira Harden e close-out al limite ma stavolta corretto di Green, rimbalzo di Paiul che però perde palla nel darla a Gordon e oltre alla palla pure le staffem tecnico #2 ed espulsione.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B