Serie A Playoffs 2019: Analisi quarti di finale

Finita la stagione regolare, anche per la nostra serie A iniziano i playoffs che si annunciano interessanti e per nulla scontati. Milano parte con i favori del pronostico, ovviamente, ma attenzione perché le contender sono salite di numero, e questo renderà sicuramente appassionante anche la nostra post season.

A|X Exchange Milano (#1) – Sidigas Vaellino (#8)

Qui Milano: La squadra del criticatissimo coach Pianigiani arriva in questi playoffs con gli occhi di tutti addosso, nel ruolo di grande favorita per lo scudetto. Roster infinito, durante la stagione regolare a volte è parsa dominare senza grossi problemi, anche se alle final eight di Firenze ha fallito inesorabilmente. Ed ultimamente è sorto qualche problemino tecnico, nella gestione dei giocatori. Con l’assenza di Mike James occorrerà che qualcun altro salga sul proscenio del go to guy in maglia Olimpia, ma questo non dovrebbe essere un problema. L’importante è non sottovalutare l’impegno, sapere che bisognerà vincere la lotta sotto i tabelloni, cercando di dare palloni per la transizione agli esterni milanesi, che hanno tanti punti nelle mani, e difendere con energia.

Qui Avellino: La stagione schizofrenica della Scandone si è conclusa con una soffertissima qualificazione ai playoffs, malgrado un girone di ritorno tragico. Certo non è stato un anno sportivo facile, con le problematiche prima economiche, poi tecniche, ma arrivare a giocare la post season è già un risultato. Di sicuro si era partiti con ben altri obbiettivi, ma mai come in questo caso il detto chi si accontenta gode è da rivalutare. Adesso non c’è niente da perdere, ed è, forse, il modo migliore di affrontare una serie che si prospetta difficilissima. Coach Maffezzoli, subentrato a metà Aprile all’esonerato Vucinic, sa comunque di avere a disposizione giocatori che sulla carta potebbero impensierire l’armata Milano. Ed Avellino deve puntare sull’orgoglio dei suoi giocatori di spicco, Kiefer Sykes, Demetris Nichols, Ariel Filloy e Ike Udanoh ad esempio, che si dovranno prendere le responsabilità di guidare la squadra in questa serie. Cattiveria agonistica, ferocia difensiva e sotto i tabelloni, e transizione, queste le armi per potersela giocare fino alla fine. Sarà sufficiente?

Pronostico: Milano 3-1
Date: G1 (18/5)-G2 (20/5)-G3 (22/05)-G4*(24/05)-G5*(26/05)

Vanoli Cremona (#2) – Alma Trieset (#7)

Qui Cremona: La Vanoli arriva ai playoffs con l’aver già vinto la Coppa Italia, ed avendo espresso per lunghi tratti la miglior pallacanestro del nostro campionato. Certo adesso si tratta di giocare le partite che contano non più da rivelazione ma da protagonista/favorita. Perchè questo è l’onore, e a volte l’onere, dell’essere arrivati secondi nella stagione regolare. Di certo coach Sacchetti è uno che sa come si allenano, e come si giocano, queste partite, ed il roster è pieno di giocatori di talento, che sanno passarsi il pallone, e che vogliono farlo, e che giocheranno nell’unico modo che conoscono, transizione, tiro dall’arco, difesa aggressiva e tutti a rimbalzo. Se controlleranno il ritmo, generando tanti possessi per gli attaccanti, la serie prendere la direzione sud Lombardia. L’unico neo è la differenza con cui, a volte, sono state affrontate le trasferte. E nei playoffs ogni leggerezza si paga.

Qui Trieste: Coach Dalmasson arriva ai playoffs con una leggerezza mentale invidiabile. Era da tanto che una neopromossa non centrava la post season, farlo vale già una stagione. Che anche per Trieste non è stata facile, per le note vicende che hanno coinvolto la proprietà. Anche se i giocatori hanno sempre dato il massimo. Adesso si gioca con il niente da perdere come verbo, e visto il talento tecnico e fisico a disposizione le soddisfazioni potrebbero non mancare. Bisognerà evitare di entrare nel vortice del gioco cremonese, cercare di vincere la battaglia sotto canestro, e controllare il ritmo. Poi alla fine di guarderà il tabellone.

Pronostico: Cremona 3-1
Date: G1 (19/05)-G2 (21/05)-G3 (23/05)-G4*(25/05)-G5*(27/05)

Umana Reyer Venezia (#3) – Dolomiti Energia Trento (#6)

Qui Venezia: Non un bel momento per arrivare ai playoffs per i ragazzi di coach De Raffaele. In questo finale di stagione troppi alti e bassi, troppe sofferenze, per una squadra che avrebbe dovuto essere l’antagonista #1 a Milano. Di sicuro il roster è di primissima qualità, con tanto talento, con tanta fisicità ed esperienza e capacità di giocare i momenti e le partite che contano. Non una serie facile, dove bisognerà essere pronti fisicamente e mentalmente, per cercare di far emergere la differenza tecnica. Per Venezia tutto inizia con la difesa, con la capacità di fermare l’attacco avversario, di controllare, tabelloni e ritmo. Poi bisognerà mettere in ritmo i tiratori. E correre se necessario, perché fisicamente sarà una battaglia.

Qui Trento: Quando riesci a centrare il bersagli grosso all’ultima giornata, dopo un campionato in rimonta, l’entusiasmo con cui arrivi a giocarti la prima serie di playoffs potrebbe essere già un’arma invidiabile da usare. Se a questi ci si aggiunge la capacità di coach Buscaglia di saper allenare le partite che valgono “di più”, si capisce perché Trento non parte sfavorita contro Venezia. Ed in questa serie chi saprà imporre il fisico avrà le chance migliori di passare il turno. Trento sa come si gioca duro, a volte anche sporco, sa come si vincono le cosiddette fifty fifty ball, quelle che fanno girare le partite e le serie. La difesa, la capacità di non concedere tiri facili a Venezia farà la differenza, così come il vincere la lotta a rimbalzo.
Pronostico: Trento 3-1
Date: G1 (19/05)-G2 (21/05)-G3 (23/05)-G4*(25/05)-G5*(26/05)

Banco di Sardegan Sassari (#4) – Happy Casa Brindisi (#5)

Qui Sassari: I playoffs arrivano nel momento migliore per la Dinamo. Sassari è indubbiamente la miglior squadra del nostro campionato in questo momento. E questo è merito di coach Pozzecco, che ha saputo creare un gruppo solido, di giocatori che lottano gli uni per gli altri e che giocano insieme con piacere. Essere così on fire è già un vantaggio, specie se nel roster ci sono davvero tanti giocatori di talento. Che adesso sono anche convinti di essere pressochè imbattibili. Tutto gira perfettamente nell’ingranaggio di Sassari, ogni giocatore sa cosa deve fare e quello che ci si aspetta da lui. La capacità di cambiare quintetti e ritmo, di saper giocare vicino a canestro e sul perimetro con la stessa efficacia le armi da sfruttare.

Qui Brindisi: Squadra che ha mancato il fattore campo per questa sfida all’ultima giornata, e questa cosa potrebbe pagarla a caro prezzo. Di certo coach Vitucci ha fatto una stagione meravigliosa, ha tanti giocatori esperti che sanno quello che si deve fare in una serie così difficile, ed ha un italiano che sembra essere in missione da inizio stagione. Difesa, cattiveria agonistica su ogni pallone, transizione e controllo dei tabelloni, queste le armi per poter avere la possibilità di giocarsi queste serie che sarà difficilissima. Bisognerà rendere la vita difficile a Sassari su ogni pallone, e sperare di creare qualche crepa nel morale degli avversari.
Pronostico: Sassari 3-2
Date: G1 (18/05)-G2 (20/05)-G3 (22/05)-G4*(24/05)-G5*(25/05)

Doc. Abbati

Doc. Abbati

Il diversamente giovane del gruppo, appassionato di motociclismo e, soprattutto, dello sport made in USA , fan dei Lakers, dei Raiders e dei Mets rigorosamente in quest’ordine, seguo il basket NBA fin dagli anni 70 Nickname: Doc.Abbati