Playoffs SUKA Award 2019 (Conf. Finals)

Portland non aveva speranza sin dalla sirena della Gara7 vinta a Denver, Milwaukee invece ne aveva anche più di una ma l’inesperienza e l’ansia hanno portato la compagine di Mike Budenholzer al nostro SUKA Award.

MILWAUKEE BUCKS

Spiace. Milwaukee ha disputato una stagione 2018/19 semplicemente superba, ci aspettavamo tutti Boston, Phila o Toronto invece in regular-Season hanno messo tutti dietro con autorità, coach Mike Budenholzer vincerà il “Coach Of The Year” ma anche se non lo vincerà ha già quello dei colleghi, Giannis Antetokounmpo ha fatto uno step importante e l’MVP 99% sarà suo, un ottimo supporting-cast…ma è mancato il sangue freddo proprio sul più bello.

Spazzano via Detroit, umiliano i Celtics distruggendoli 2 volte su due al TD Garden e pronti via volano 2-0 subito contro i Toronto Raptors nelle finali della Eastern Conference con Giannis super ma soprattutto un contributo solidissimo dalla panchina, giocano una brutta Gara3, la perdono ma pur giocandola male fanno sudare Toronto, la sensazione è che Milwaukee abbia il colpo in canna per vincere alla Scotiabank Arena, si ha la sensazione che il Greco dopo un’opaca prestazione si riscatterà ma poi…Ma poi come spesso succede ad una squadra si talentuoa ma poco adatta a certi climi, certe altezze, certe situazioni sale l’insicurezza e con lei si apre l’armadio con tutti gli incubi.

I Bucks crollano, Kawhi Leonard diventa per i Bucks quello che LeBron James è stato per i Raptors durante la sua permanenza ad East, lui sente l’odore del sangue e come uno squalo sbrana senza pietà la sua preda impotente; Milwaukee è in balia del #2, perde le sue sicurezze, Giannis lotta ma ha un qualcosa in meno, i suoi compagni di squadra perdono colpi a ripetizione come la palla persa di Brogdon in Gara5, la panchina non fa più male, facendo un discorso più generico Eric Bledsoe è stato impresentabile a questi livelli, Khris Middleton è stato l’alfiere mancato.
Eppure Milwaukee sia in Gara5 che Gara6 tocca più di una volta il +13/+14, a Toronto comincia subito avanti 18-31 ma manca di carattere, manca di personalità, bastano due giocate da campionissimo di Leonard per far precipitare i ragazzi di Budenholzer nel panico…proprio come James con i Raptors.

Milwaukee SUKA perché questa era una ghiotta occasione e delle Finals contro i Warriors avrebbero stuzzicato molto l’attenzione globale, Milwaukee SUKA perché a differenza di Portland aveva delle belle carte da giocare ed era pure avanti 2-0 ma questa è tutto fieno in cascina.

Il futuro è roseo, in Free-Agency vanno prese decisioni importanti come il rinnovo di Middleton abbastanza corteggiato, si sono messi pesantemente sulla mappa dell’East e dell’NBA, nessun processo ad Antetokounmpo dal quale ci aspettiamo ancora uno step per stare davvero nell’elitè della Lega.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B