Top 10 Free-Agents 2019

L’NBA sul campo è finita col successo dei Toronto Raptors ma adesso prepariamoci alla Free-Agency che prometterà come sempre colpi e movimenti importanti, i Lakers si sono già avvantaggiati col colpo Davis (CLICCA QUI per leggere) ma il mercato è aperto.

Si dice che l Free-Agency che stiamo per vivere sarà una delle più stravolgenti di sempre anche perché molte squadre vogliono stringere i tempi prima del Draft che si terrà venerdì 21 giugno a Brooklyn, Golden State potrebbe “rovinare la festa” a tutte, in attesa delle prime frme andiamo a stilare la Top 10 dei Free-Agents 2019 con anche le possibili mete e soluzioni.

TOP 10 FREE-AGENTS 2019

1) Kevin Durant (FA)
Dipende tutto da lui come ho scritto nel FOCUS post infortunio (CLICCA QUI per leggere), molto curioso il contratto che gli offriranno i Warriors con la clausola che può andarsene quando vuole. Ricordiamoci che molto probabilmente resterà fuori tutta la stagione 2019/20.

2) Kawhi Leonard (FA)
Dopo un anno di fermo/sciopero torna e vince il titolo da protagonista assoluto, adesso viene il bello perché Toronto è pronta a dargli tutto e di più per tenerlo ma allo stesso tempo i Clippers sono pronti a fare o stesso contando che dalla loro possono vantare il fattore casa. Leonard il suo a Toronto lo ha fatto e un’altra stagione così è moto difficile da replicare, i Clippers hanno un’organizzazione con i fiocchi e una solida base oltre a potersi permettere anche una seconda stella.

3) Klay Thompson (FA)
Golden State ha dalla sua il fatto che Klay è nelle “Bird Rule” e quindi la sua estensione al massimo salariale non è un ostacolo così insormontabile, il padre ha già fatto capire che non ci sono dubbi sulla sua permanenza. L’unico ostacolo è la cifra che metteranno i Warriors sul piatto che potrebbe stizzire il tiratore, Lakers/Clippers alla finestra in attesa.

4) Jimmy Butler (FA)
Annata travagliata tra Minnesota e Philadelphia, ai 76ers ha fatto quello che gli era stato chiesto ossia il “closer” nei momenti caldi, Phila è pronta col massimo salariale e dalla sua può giocarsi il fatto che anche l’anno prossimo sarà tra le contender ad East. Lakers e Nets sono le più interessate.

5) Kyrie Irving (FA)
La stagione 2018/19 non ha sorriso ad Uncle Drew, ha fallito da leader dei Celtics e adesso ha bisogno di nuova aria, danno tutti per fatta la firma con i Brooklyn Nets dove non avrebbe molto senso a meno che non ci fosse la garanzia di aver un’altra stella (Butler?) a cui fare d’alfiere…Occhio ad un cambio di direzione per Hollywood dove ai Lakers manca un PG o ai Knicks.

6) Kemba Walker (FA)
Stagione eroica dell’ex UConn che però ancora una volta ha guardato i Playoffs da casa, Charlotte sa che non può permettersi di perdere la sua stella e sul tavolo metterà un 5×220, lui si è detto disponibile a prendere meno per aiutare la squadra ad arrivare ai Playoffs. Lakers primi candidati in caso di fumata nera.

7) Khris Middleton (FA)
Stagione super per lui e i Bucks, ottimo tiratore e difensore, non una punta di diamante ma un giocatore che tutte le squadre vorrebbero, Milwaukee deve decidere se Middleton è il #2 della franchigia dietro a Giannis, intanto Dallas monitora la situazione con attenzione

8) Tobias Harris (FA)
Ottimo con i Clippers, ottimo con i 76ers, Tobias Harris si è guadagnato sul campo il diritto di batter cassa, Philadelphia se non dovesse trattenere Butler andrà col massimo per l’ex Clippers.

9) D’Angelo Russell (RFA)
Brooklyn può pareggiare qualunque offerta verrà fatta al suo miglior giocatore ma se dovesse arrivare Kyrie Irving l’addio di D’Angelo sarà scontato e occhio ai Phoenix Suns che cercano disperatamente un PG da affiancare a Devin Booker.

10) Al Horford (PO)
Leader tecnico dei Celtics, ha una Player Option da $30 milioni e bisogna capire se uscirà per rinnovare sempre con Boston o l’eserciterà per poi cercare l’estate prossima un nuovo contratto, molto difficile vederlo lontano da Boston.

MENZIONI D’ONORE
Nikola Vucevic, DeMarcus Cousins, JJ Redick, Brook Lopez, Danny Green, Terrence Ross, Marcus Morris, Patrick Beverley, Derrick Rose, DeAndre Jordan, Mario Hezonja

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B