Aperta la caccia a Westbrook, ma dove?

La Free-Agency NBA 2019 è ben lunga dall’essere conclusa soprattutto anche perché tutti i Free-Agents si sono accasati e adesso è il turno delle trade, riflettori ad Oklahoma City con Russell Westbrook (30 anni) attore protagonista.

Sabato 6 luglio i terremoto, Kawhi Leonard decide di giocare per i Los Angeles Clippers portandosi Paul George (CLICCA QUI per leggere) e costringendo i Clips a cedere Danilo Gallinari agli Oklahoma City Thunder, i Thunder sono in una situazione salariale (da anni) oltre il tollerabile e la cessione di PG13 è un forte indizio di “rebuilding”, processo al quale Westbrook non prenderà ma soprattutto non vuole prenderne parte.

Russ ed il suo agente parleranno presto col GM Sam Presti per capire cosa fare ma la soluzione è molto semplice ossia la trade, ma con chi? Westbrook contrattualmente ha ancora 4 anni per $170 milioni (vedi immagine sotto), in questo momento OKC deve massimizzare per il futuro quindi oltre a buoni giocatori vuole anche tante future prime scelte, proprio questa richiesta ha fatto saltare l’accordo con i Raptors che hanno rifiutato il pacchetto Westbrook-George per Pascal Siakam (25 anni) più considerevoli prime scelte.

Oggi i rumors sul futuro di Russ vanno presi con le pinze perché si tratta di un’operazione complicata e lunga, qui sotto alcune ipotesi per il prodotto di UCLA:

Miami Heat
Miami è un’altra franchigia che deve far respirare il suo Salary-Cap liberandosi di diversi contratti, l’arrivo di Butler ha rinvigorito l’ambiente e l’arrivo di un’altra stella rialzerebbe le azioni degli Heat nella Lega, un’idea sarebbe preparare un pacchetto Dragic-Olynyk-Waiters che in tre combinano per circa $42 milioni nella prossima stagione per Russ. 

New York Knicks
Devono salvare la faccia, i grandi beffati di questa Free-Agency, mancato tutti i grandi obiettivi e costretti a ripiegare su giocatori di seconda fascia mettendo la squadra nelle mani del rookie R.J Barrett, se vogliono dare una scossa all’ambiente Westbrook sarebbe il nome giusto, un’ipotesi sarebbe un pacchetto Ntilikina-Randle-Portis e una futura prima scelta magari 2021 visto che la stagione 2019/20 non promette fuoco e fiamme e quindi la prima scelta 2020 farebbe più che comodo.

Houston Rockets
Houston non ha fatto nulla al di fuori del rinnovo di Gerald Green, la situazione interna Paul-Harden va risolta, Chris Paul ha un contratto pesantissimo con soli $38 milioni nella prossima stagione per un totale di $124 milioni (con Player Option da $44 milioni all’ultimo anno) nei prossimi 3 anni. Si potrebbe pensare ad una trade secca Paul-Westbrook ma questo danneggerebbe i Thunder perché si ritroverebbero un altro contrattone sul groppo, Houston si è detta interessata ma ha anche aggiunto che sarà una lunga maratona.

F.M.B

F.M.B

Una vita passata nello sport specialmente nel mondo della pallacanestro, praticamente appassionato di tutti gli sport con una predilezione per quelli Made In USA. Non ho una squadra NBA preferita, tendo a simpatizzare quelli snobbati/odiati dalla comunità o i casi patologici, in NFL invece vi basti sapere TB12. Nickname: F.M.B