LBA Players Focus 2019/20: George King

In questo secondo appuntamento parleremo dell’interessantissimo acquisto dell’Aquila Trento: la scommessa che porta il nome di George King (24 anni).

CARRIERA

King è nato il 15 gennaio 1994 a Fayetteville, una cittadina situata nella Carolina del Nord. Dopo aver mosso i  primi passi alla William J. Brennan School, ha completato gli studi alla University of Colorado, dove ha partecipato anche al torneo NCAA con i Colorado Buffaloes. Qui ha ottenuto molte soddisfazioni: nel 2016 è stato nominato giocatore più migliorato della stagione, e due anni più tardi è stato inserito nel secondo miglior quintetto della conference (la Pac-12), dopo aver concluso il campionato con 13 punti e 8 rimbalzi di media a partita.
Al Draft NBA 2018 i Phoenix Suns lo hanno scelto con la 59ᵃ chiamata, ma con loro ha disputato soltanto una partita. Successivamente ha indossato la casacca dei Northern Arizona Suns, squadra affiliata a Phoenix militante nella G-League. Nella lega di sviluppo ha giocato 41 partite nelle quali ha totalizzato medie di 15.5 punti, 5.3 rimbalzi e 2.5 assist in 31’ di impiego, con uno strabiliante 43% dall’arco.

KING A TRENTO

Il suo innesto non potrà che giovare alla squadra visto che ha dimostrato, sia a livello collegiale che professionistico, di essere un giocatore completo in entrambi i lati del campo. King gode di capacità atletiche formidabili, ma è dotato soprattutto di un tiro mortifero dalla lunga distanza. In questo aspetto Trento non ha mai eccelso, ma sarà uno dei punti di forza sui quali si baserà il sistema di gioco del prossimo anno. Anche in difesa sarà fondamentale, in quanto andrà ad occuparsi (insieme a Craft) dei principali terminali offensivi avversari. La Dolomiti Energia ha fra le mani un diamante grezzo, alla sua prima esperienza europea. Qualora dovesse integrarlo bene nel sistema (che sembra ideale per le sue caratteristiche), riuscirebbe a colmare il vuoto lasciato dall’addio di Beto Gomes, oltre che a candidarsi fortemente a squadra ostica per chiunque e con ambizioni da playoff.

Di seguito, le parole spese da coach Brienza nei suoi confronti.
«Diamo il benvenuto a un giocatore sulla cui scelta non abbiamo esitato un istante: King è un giovane di grandissima qualità su entrambi i lati del campo e un elemento perfetto per completare il nostro reparto esterni. In attacco è un’ala che apre il campo con il suo ottimo tiro da fuori ma che sa anche attaccare il canestro; in difesa sfrutta la sua fisicità per proteggere il ferro e avere impatto contro ogni tipo di avversario. Siamo sicuri che ci darà una grossa mano a crescere e allo stesso tempo noi saremo importanti per lui, per fare un passo in avanti nella sua carriera».

 

GLI ALTRI FOCUS:

Jeremiah Wilson (Pallacanestro Cantù)