NCAA Player Profile: Frank Kaminsky!

Oggi andiamo ad analizzare uno dei lunghi pi forti del Colleg basketball che l'anno scorso hanno tifato tutti alla March-Madness, anche quest'anno il buon Kaminsky non sta deludendo. Frank+Kaminsky+NCAA+Basketball+Tournament+nBDWbE8dhfxl Dopo una straordinaria cavalcata nel torneo NCAA 2014, Frank Kaminsky, lungo senior dei Wisconsin Badgers, era chiamato alla stagione della consacrazione. Non sta deludendo le attese ed è uno considerato uno dei favoriti per il prestigioso premio di Player of the Year. I Badgers sono al quarto posto del ranking AP forti di un record di 14-1 (unica sconfitta contro la Duke di Jahlil Okafor). Kaminsky sta avendo medie di 16.6 punti, 8.5 rimbalzi, 2.4 assist e 1.9 stoppate tirando con il 52.8% dal campo e il 38.1% dall’arco dei tre punti. Nelle ultime tre partite (tutte vinte), è andato sempre in doppia cifra in punti (25, 18 e 16) e rimbalzi (11, 14 e 10). Conosciamolo meglio.

IL PROFILO

Kaminsky è un 4/5 di 213 cm dotato di ottime mani e tecnica. Per certi versi simile al nostro Andrea Bargnani (augurandogli di non avere tutti i problemi fisici del romano), è un giocatore offensivamente dominante a livello NCAA, sfruttando la taglia fisica superiore alla maggior parte dei pari ruolo e in grado di segnare praticamente in qualsiasi modo. Sa giocare bene in post spalle a canestro, ha un buon mid-range game e tira con percentuali che non si vedono tutti i giorni in un sette piedi dall’arco (quasi il 40% su circa tre conclusioni tentate a partita). Inoltre è un buonissimo passatore ed è molto più mobile della maggior parte dei giocatori con i suoi centimetri. I problemi però nascono nella metà campo difensiva: Kaminsky non è un grande atleta, quindi non un grandissimo intimidatore nei pressi del ferro, ed è piuttosto improbabile vederlo giocare centro in NBA proprio per questo, se a livello universitario se la cava grazie all’altezza, contro atleti di livello NBA sarà molto più difficile proteggere il ferro. Inoltre non è particolarmente rapido negli spostamenti laterali (e questo potrebbe essere un problema giocando da 4). Sicuramente è un profilo interessante (di sette piedi con quel tiro non ce ne sono poi molti), ma la sua collocazione in un contesto NBA potrebbe essere problematica proprio per i suoi difetti in fase difensiva. ALTRI PROFILI  George Niang (IND ST.)  Norman Powell (UCLA)  TREVEON GRAHAM (VCU)  Caris LaVert (MICH)  Montrezl Harrell (LOU)  Bobby Portis (ARK) Jarell Martin (LSU)

💬 Commenti