New York sorprende gli Spurs, Pelicans che brivido!

Scritto da FMB  | 
New York batte San Antonio dopo un overtime con Shved protagonista nel finale, New Orleans la scampa per un soffio sui Bucks, bene Clippers, Reggie Jackson (23+20) e Houston. Detroit Pistons - Memphis Grizzlies 105-95 DET: Tolliver 15, Drummond 16 (16 rimb), Caldwel-Pope 24, Jackson 23 (20 ass), Prince 11 MEM: Green 21, Randolph 13, Gasol 17 (11 rimb), Carter 14 201503172136778160611 Reggie Jackson gioca una partita sensazionale da 23 punti e 20 assist aiutando Detroit a rimontare e battere i Memphis Grizzlies; primo tempo tutto degli ospiti che vanno negli spogliatoi avanti 39-54, ma la musica cambia nella ripresa! Nel 3° quarto Kentavious Caldwell-Pope realizzerà 16 dei suoi 24 punti portando Detroit sul -1 (75-76), nel 4° periodo invece i Pistons trovano la fuga a 5’ dalla fine con un break di 9-0 passando dal -2 al +7 (97-90) con 3’28” da giocare. New York Knicks - San Antonio Spurs 104-100 OT NYK: Amundson 12 (17 rimb), Bargnani 16 (10 rimb), Galloway 22, Shved 21, Smith 11 SAS: Duncan 17, Leonard 13, Splitter 12 (13 rimb), Parker 21, Belinelli 12 Italian Job: Bargnani (NYK) 16 pt (7/15, 0/1, 2/2), 10 rimb (1 off), 2 ass, 3 perse, 3 stop in 30’ / Belinelli (SAS) 12 pt (1/3, 1/2, 7/7), 4 rimb, 1 ass, 2 rec, 2 perse in 30’ San Antonio Spurs v New York KnicksSorpresa della notte firmata New York Knicks che superano dopo un tempo supplementare i San Antonio Spurs grazie alla doppia-doppia di Andrea Bargnani; a salvare i Knickerbockers ci ha pensato Lou Amundson a 5” dallo scadere dei regolamentari col layup del 96-96 dopo che Marco Belinelli aveva segnato il jumper del +2 Spurs. Ultimo tiro per i texani nella mani di Kawhi Leonard ma niente da fare. L’overtime è un calvario con NY avanti 101-99 a 16” dopo un 1/2 di Jason Smith, tocca a Duncan che emula il collega per il -1, San Antonio invita Amundson che anche lui fa 1/2 per il +2 (102-100) a 8”. San Antonio ha di nuovo l’ultimo possesso ma Duncan perderà palla facendosela scippare da Alexey Shved. Houston Rockets - Orlando Magic 107-94 HOU: Ariza 17, Motiejunas 23, Harden 17, Beverley 12, Smith 17, Brewer 13 (12 rimb) ORL: Vucevic 11 (11 rimb), Oladipo 29, Payton 10, Gordon 13 James Harden gioca sottotono (4/14 per 17 punti) ma Donata Motiejunas no è Houston batte Orlando; il match gira negli ultimi 26” del 3° quarto, sul +7 Magic (71-78), Josh Smith tira fuori dal cilindro 2 triple consecutive per il -1 sulla sirena (77-78). Nell’ultimo quarto Houston dominerà 30-16 gli avversari con Corey Brewer autore di 9 dei suoi 13 punti finali. New Orleans Pelicans - Milwaukee Bucks 85-84 NOP: Pondexter 18, Davis 20 (12 rimb), Asik 16 (11 rimb), Evans 12 (10 rimb) MIL: Antetokounmpo 15, Ilyasova 15, Pachulia 11 (11 rimb), Bayless 14, Henson 14 Milwaukee Bucks v New Orleans PelicansI New Orleans Pelicans la scampano di misura contro i Bucks conquistando una vitale vittoria per l’8° posto ad Ovest; dopo aver toccato la doppia-cifra di vantaggio i Pelicans si fanno rimontare a a217” dalla conclusione il tabellone luminoso recita 80-80! Ci pensa Eric Gordon, sua la tripla del +3 a 1’56” ma Milwaukee non muore! Arriva sul -1 (85-84) a 34”, Gordon sbaglia il layup per uccidere la partita e a 9” i Bucks hanno il possesso per vincere ma Ersan Ilyasova sbaglierà da 3 sulla sirena. Los Angeles Clippers - Charlotte Hornets 99-92 LAC: Griffin 19 (11 rimb), Jordan 12 (14 rimb), Redick 23, Paul 21, Robinson 12 CHA: Kidd-Gilchrist 10, Marvin Williams 10 (11 rimb), Jefferson 21, Henderson 16, Mo Williams 18, Walker 15 Nessun problema per i Los Angeles Clippers che archiviano la pratica Hornets nel primo tempo; all’intervallo lungo padroni di casa avanti 59-41 con Griffin e Redick già in doppia-cifra (15 e 12 punti).

💬 Commenti