Riley, la ferita aperta: "LeBron, è stato uno shock!"

Scritto da FMB  | 
Il presidente degli Heat ancora oggi non riesce a darsi pace e a girare pagina dopo l'addio dell'ex stella, tanto da chiamare in causa paragoni illustri del suo passato giallo-viola. Riley-James Al nostro Panzy-Boy l'addio di LeBron James (30 anni) dai suoi Miami Heat non è ancora andato giù come a tanti altri tifosi, tra questi anche il primissimo tifoso di Miami ossia il presidente delle operazioni Pat Riley, una ferita che non riesce a ricucire! Prima dell'inizio della Free-Agency 2014 Riley aveva provocato il "King" (CLICCA QUI per leggere) sperando in una reazione ma invece nulla con i suoi Heat ache oggi stanno lottando per l'8° posto ad East (29-35) con 0.5 gare di vantaggio sui Charlotte Hornets e Chris Bosh (30 anni) fuori per il resto della stagione; in un'intervista ad Ethan Skolnick la vecchia vole ex Lakers è tornata a parlare della dolorosa separazione da "Chosen One":
Le squadre generazionali devono stare insieme, giocatori devono stare insieme, sanno quello che hanno, vedono quello che hanno vinto e che ci saranno pochi aggiustamenti, restare insieme perché una cosa così non ci sarà di nuovo, fare in modo che non vogliano andare via. Rimando sempre shockato quando vedo che i giocatori che arrivano ad un certo punto e vogliono tornare a casa, e non mi riferisco solo a LeBron.
Anche se non vorrebbe Riley cede e si lascia andare nel rammarico di non rivedere la stella dei Cavs ancora a South Beach
Forse sarà io che non riesco a capire e devo adeguarmi a questa nuova mentalità, "Bè, sono rimasto qui per 4 anni e adesso me ne vado" capisco il desiderio di tornare a casa. Ma quello che aveva qui, che aveva sviluppato e quello che avrebbe potuto sviluppare nel corso dei prossimi cinque o sei anni, con la stessa squadra, avrebbe potuto essere storico...e di solito le squadre che creano questo...
Pat è tornato anche sulla Free-Agency raccontando che per più di un mese era convinto che avrebbe tenuto i "Three Kings" insieme, tanto d atirare in ballo un altro storico trio targato Los Angeles Lakers:
Sarebbe stato come se Magic (Johnson),Kareem (Abdul-Jabbar) e (James) Worthy non si fossero mai separati, erano arrivati in un momento in cui erano Free-Agent ma non avevano intenzione di dividersi. Pensi che Magic avrebbe lasciato Kareem? O che Kareem avrebbe lasciato Magic? o Worthy avrebbe lasciato uno di quei ragazzi, o (Byron) Scott o (Michael) Cooper? No, sapevano che avevano la possibilità di vincere ogni anno.
Concludendo con lo sfogo finale con tanto di frecciata all'ex
Questa squadra (Miami) ha avuto la possibilità ogni anno, così che è stato scioccante per me quello che è successo. Ora, potremmo fare di più?

Se non lo hai ancora fatto, ISCRIVITI al nostro servizio di Newsletter!

Newslettr-Banner


💬 Commenti